Servire Gesù (Evangelizzazione e Compassione)

Pagina precedente: 3. Vivere con Gesù (formazione spirituale)

Impegno n. 4: Servire Gesù (Evangelizzazione e Compassione)

Nella debolezza dei poveri c’è una “forza salvifica”. E se agli occhi del mondo hanno poco valore, sono loro che ci aprono la via al cielo, sono il nostro “passaporto per il paradiso”.

(Papa Francesco, Giornata mondiale dei poveri, 19 Novembre 2017)

Adorazione, compassione e evangelizzazione

I tre pilastri della Comunità dell’Emmanuele seguono un cammino naturale: dall’adorazione di Gesù, in particolare nell’Eucarestia, nasce la compassione per la povertà più importante, quella di non conoscere Dio. È così che siamo condotti dallo Spirito Santo a evangelizzare per annunciare l’amore incondizionato di Dio a coloro che non ne hanno ancora fatto l’esperienza.

Questa compassione ci spinge verso i nostri fratelli più poveri che mancano di tutto, in particolare verso quelli che vivono in strada. Queste sono le due attività dell’ESM: evangelizzazione e visita dei più poveri.

Un luogo centrale della missione: Trinità dei Monti

  • La Scuola di Evangelizzazione dell’Emmanuele ha sede a Trinità dei Monti. Partecipa all’accoglienza dei tanti pellegrini e visitatori che entrano ogni giorno nella chiesa. In particolare l’ESM partecipa alle veglie dell’Emmanuele ogni mercoledì sera e alle animazioni liturgiche particolari.
  • A Trinità dei Monti ha sede anche l’Istituto Sacro Cuore, una scuola italiana di 650 allievi. L’ESM effettua degli interventi pastorali all’interno di questa scuola.

Visita dei senza dimora nelle vie di Roma

Ogni settimana gli studenti dell’ESM vanno due a due a fare visita alle persone che vivono in strada, senza portare niente altro che la propria presenza. Dopo alcune visite, non si sa più chi porta di più all’altro….

Pagina seguente: 5. Essere poveri con Gesù